Spesso gli studenti mi chiedono: “Pensi che io abbia fatto qualche progresso nella mia pratica yoga? Trovo difficile rispondere a questa domanda. Con la domanda gli studenti si riferiscono principalmente alla loro pratica delle asana, e naturalmente posso vedere come si è evoluta la loro pratica asana; come il loro respiro è diventato più profondo, come la loro posizione del cane a testa in giù si è radicata, come sono diventati più forti, o come le loro spalle sono più aperte e così via. Ma quello che non so è come li fa sentire la pratica delle asana. (Beh, in realtà, a volte posso vedere anche questo, specialmente se si tratta di una pratica asana dura che richiede molta stabilizzazione centrale ;-).)

Se vi state chiedendo la stessa cosa, smettete di guardare la vostra pratica asana, ma guardatevi dentro. Sì, la pratica fisica delle asana è una parte dello yoga, ma c’è molto di più che padroneggiare una posizione yoga. Invece di pensare a come appaiono le tue posizioni da guerriero, chiediti: “Come mi sento?”, “Sono più a mio agio”, “La mia mente è più calma? E, ciò che è ancora più importante è farsi queste domande anche lontano dal tappetino. Se avete notato che siete più spesso felici, provate spesso gioia, non vi irritate così facilmente e vi accontentate di voi stessi e della vostra vita, avete sicuramente fatto progressi nella vostra pratica yoga.

La pratica delle asana è lì per noi per prepararci alla vita fuori dal tappetino. Come tutti sappiamo, la vita non è sempre rosa e fiori. Infatti, più spesso la vita sembra essere più simile a fulmini e tempesta. La pratica fisica degli asana, che può E dovrebbe essere dura, impegnativa e sì, a volte anche frustrante, imita la vita. Se trovi sempre la tua pratica asana bella e meravigliosa, stai facendo qualcosa di sbagliato. Sì, l’ho detto. Lo yoga non è sempre bello. Lo yoga è difficile. Si tratta di trasformazione e la trasformazione non è mai facile.

Ma, se vi attenete ad essa, praticando ogni giorno, anche se è solo per un paio di minuti, noterete i progressi che state facendo, la trasformazione che sta avvenendo in voi. Sì, diventerai più abile nella tua pratica asana, ma anche nella tua vita. Le posizioni che fate sul tappetino vi renderanno più forte fisicamente, mentalmente ed emotivamente. E, si noterà come si è in grado di affrontare la vita, di navigare attraverso questa tempesta che chiamiamo vita con più abilità, consapevolezza, gentilezza e un cuore più grande.

Così, ogni volta che sali sul tuo tappetino yoga stai facendo progressi; migliori nella pratica, migliori nella vita. Continua a praticare!

-Anu Visuri https://anuvisuriyoga.com/

Photo: Diana Bagnoli http://www.dianabagnoli.com/

 

One comment on “Come faccio a sapere che sto facendo progressi nella mia pratica yoga?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *