Photo: makunin/Pixabay

Photo: makunin/Pixabay

Respirare nello yoga è davvero molto importante. È l’essenza della pratica.

È una buona cosa se hai osservato il tuo respiro e hai fatto ricerche sulla respirazione nello yoga in generale.

Il respiro è molto individuale. Alcuni di noi inspirano ed espirano naturalmente in modo lungo e profondo ed alcuni di noi respirano più velocemente e meno in profondità.
Respirare profondamente nello pancia ed espirare in modo da svuotare completamente chiudendo le costole, funziona bene in posizioni facili per voi e quando non avete bisogno di molta forza per mantenere queste posizioni. Più una posizione richiede forza, più diventa difficile mantenere la respirazione profonda e uniforme.

Forzare il respiro non è mai una buona idea. Può provocare giramenti di testa. La cosa principale è respirare in modo naturale. Non devi necessariamente approfondire il respiro, e non devi trattenerlo nelle posizioni, ma lasciarlo scorrere e cercare di sincronizzare i movimenti con il respiro.

Quindi, respira. Respira con il tuo ritmo. Ascolta il tuo respiro e goditi la pratica.

5 consigli per respirare durante la pratica yoga:

1. Respira attraverso il naso.
2. 2. Non trattenere il respiro. Anche in posizioni impegnative, continua a respirare. Il tuo corpo ha bisogno di ossigeno.
3. 3. Respira lentamente, profondamente e uniformemente. Non esagerare.
4. 4. Espira mentre ti pieghi in avanti, inspira per allungarti o piegarti all’indietro.
5. 5. Lascia che la tua pratica yoga fluisca seguendo il ritmo del tuo respiro. Il tuo corpo segue il respiro.

One comment on “La respirazione nello yoga, Parte 2

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *